Giustizia, Pace, Integrità del Creato
Giustizia, Pace, Integrità del Creato
Giustizia, Pace, Integrità<br /> del Creato
Giustizia, Pace, Integrità del Creato
Giustizia, Pace, Integrità del Creato

Sará che Cristo fu "estremista"?

Catholic Herald 17.07.2017 Simon Caldwell Traduzione di: Original & Jpic-jp.org

I cristiani sono sempre più preoccupati per la volontà dei governi di contrastare "l'estremismo non violento" dopo che un sondaggio d'opinione rivela che quasi un terzo delle persone interrogate ha risposto che Gesù Cristo era un "estremista". Il 25% pensa anche che Martin Luther King e Nelson Mandela potrebbero essere considerati estremisti.

Un sondaggio condotto da ComRes per l'Alleanza Evangelica rivela che quasi la metà delle persone intervistate crede che è estremismo definire il matrimonio come unione tra un solo uomo e una donna. Il dottor David Landrum, direttore dell'advocay per l'Alleanza Evangelica, che rappresenta circa due milioni di Evangelici, ha dichiarato: "Il linguaggio sull'estremismo è una ricetta per il caos e la divisione. Questo sondaggio mostra la gamma di confusione morale nella nostra società con un pubblico che non ha modo di decidere se qualcosa è estremista o no. Essa mostra anche la divisione che potrebbe derivarne se il governo persistesse nel tentativo di utilizzare l'estremismo come un modo per controllare idee pacifiche nella società. Separato dal terrorismo e dall'incitamento alla violenza, l'estremismo non funziona come controprova per giudicare le convinzioni e le opinioni pacifiche. Infatti, il governo ha cercato e fallito negli ultimi due anni nel definire con buona precisione l'estremismo e questo sondaggio dimostra che il pubblico è partecipe di questa confusione".

Una scoperta è che il sondaggio di 2.004 persone mostra che il 28% considera Gesù Cristo come un estremista. Il 13% ritiene che il Dalai Lama può essere considerato un estremista, il 20% dichiara che Gandhi potrebbe essere considerato estremista mentre il 25% ritiene che, Martin Luther King e Nelson Mandela possono essere considerati estremisti. Un totale di 41% degli intervistati afferma che le persone che credono nel matrimonio tradizionale sono estremisti. Il sondaggio rivela, al contrario, che il 48% delle persone intervistate non crede che l'abolizione della monarchia sia una idea estremista e la stessa percentuale ritiene che non è estremismo dare agli animali gli stessi diritti che agli esseri umani.

L'indagine è stata fatta solo settimane dopo l'annuncio che il governo intende creare una Commissione per contrastare l'estremismo: non solo per combattere l'ideologia islamista ma anche "per aiutare il governo a sopprimere l'ideologia estremista in tutte le sue forme, sia nella società che su internet, per cui verrebbe negato uno spazio sicuro per diffondere idee".

Le Chiese si sono mostrate molto scettiche sull'efficacia di una strategia per combattere la diffusione delle idee considerate estremiste, data la natura soggettiva e mutevole di come si possa definire l'estremismo. Alcuni gruppi cristiani si sono già lamentati che le misure adottate per combattere la diffusione dell'Islam radicale sono state usate come pretesto per imporre ideologie laiciste ai bambini nelle scuole della Chiesa. Temono che ci saranno molte più interferenze nelle istituzioni cristiane e nelle chiese se dei nuovi poteri sono usati in modo abusivo contro organizzazioni pacifiche che non condividono i valori che si stanno facendo strada nello Stato laicista.

Il dottor Landrum ha dichiarato: "Il governo non è riuscito a definire l'estremismo, e il pubblico è chiaramente diviso su quali idee siano estremiste. Pare quindi improbabile che un comitato appena istituito, come sarebbe una commissione sull'estremismo, possa risolvere il problemia. Non è saggio promuovere una società dove l'opinione pubblica, di per sé volatile, possa essere utilizzata per determinare ciò che potrebbero essere opinioni estremiste o accettabili".

Fonte. http://www.catholicherald.co.uk/news/2017/07/17/poll-nearly-one-in-three-britons-think-christ-was-an-extremist/   

Lascia un commento